Il Negroncino, un cocktail di Patrizia Bevilacqua
febbraio 2, 2017
Taste, grande successo per la linea food
marzo 25, 2017
Mostra tutto

La storia dell’Amaro all’Arancia Morelli

I prodotti migliori, a volte, nascono per caso.

Ce lo dimostra la storia dell’Amaro all’Arancia Morelli. Il prodotto fa parte della linea vintage, insieme alla Sambuca al Caffè, il Rabarbaro, la China e l’Amaretto della Torre. Al gusto è molto intensa la percezione del sapore dell’arancia ed è piacevolmente amaro.

Accadde tutto qualche anno fa. Un giorno al liquorificio era in corso la produzione dell’Arancino. Per sbaglio una persona gettò il liquore che avanzava in un contenitore dove era presente l’amaro. Erano 200 litri di prodotto. Indecisi sul da farsi, i fratelli Morelli lasciarono per 2-3 anni il prodotto nel contenitore.

Trascorso quel periodo, Marco aprì il coperchio e assaggiò il prodotto, un amaro che sapeva di arancia.

Il sapore era ottimo.Anche Paolo e Luca dissero che sarebbe stato un prodotto interessante.

Marco prese una bottiglia, fece un viaggio all’estero e il prodotto piacque a tutti. Da lì nacque l’idea di proseguire con la produzione.

Oggi l’Amaro all’Arancia viene apprezzato anche oltre i confini nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *